NUOVO PAZIENTE

Prima visita ortodontica
Check up Ortodontico

CHECK UP
ORTODONTICO

Colloquio Paola Polacco Centro FACExp

COLLOQUIO
PERSONALE

FAQ

DOMANDE E
RISPOSTE

PRIMA VISITA

Nel corso della prima visita, per la quale dovete prevedere un tempo di circa 45-60 minuti, verrà eseguita un’analisi accurata dell’intero apparato masticatorio e, in genere, sarà possibile rispondere a tutti i vostri dubbi, che potrete sottoporci senza esitare.

Le domande a cui potrete trovare una risposta sono:

“Ci sono le condizioni per un trattamento ortodontico?”

“È indicato intervenire ora o è preferibile attendere un momento di crescita più favorevole o la completa eruzione dei denti?”

“Quali tipi di trattamento sono necessari per correggere il problema?”

“È necessario eseguire delle estrazioni?”

“Quale sarà la durata del trattamento?”

“Quali tipi di esami diagnostici sono necessari?”

“Quale range di prezzo ha il trattamento?”

Soprattutto in presenza dei piccoli pazienti, in questo primo appuntamento, l’obiettivo primario di tutto lo staff di lavoro sarà, quello di vincere la naturale diffidenza dei bambini verso ciò che li spaventa e solo dopo promuovere interventi terapeutici specifici.

Nel caso in cui non ci fossero le condizioni per iniziare un trattamento ortodontico, il paziente verrà inserito in un protocollo di controlli a scadenza periodica per monitorare la crescita e la permuta dentale.

Qualora si individuasse l’opportunità di un trattamento ortodontico saranno necessari ulteriori approfondimenti.

CHECK UP ORTODONTICO

Rappresenta il momento della raccolta di tutte le informazioni necessarie per elaborare un piano di trattamento e per monitorare lo sviluppo nel tempo. L’esame clinico non è sufficiente a dare informazioni dettagliate sulla direzionalità in cui si devono spostare i denti e sulla crescita delle basi ossee. Tanto più precisa sarà la raccolta dei dati diagnostici tanto più chiari saranno gli obiettivi da raggiungere con il trattamento ortodontico.

Verranno prese le scansioni delle arcate con una cera per poter valutare in un simulatore dei movimenti mandibolari (articolatore) la posizione ed il rapporto reciproco dei denti.

Saranno eseguite inoltre delle fotografie per considerare le implicazioni estetiche del trattamento. Queste informazioni verranno integrate con i dati ottenuti dall’esame dell’ortopantomografia e della teleradiografia.

A volte possono venire richiesti ulteriori esami quali l’esecuzione di una tomografia a raggio conico (3D cone beam imaging) che permette una visualizzazione tridimensionale del viso e delle problematiche ad esso associate.

COLLOQUIO

Tutto il materiale acquisito verrà valutato attentamente in modo che la Dottoressa possa presentare un piano di trattamento individualizzato per il vostro caso.

Nel corso di questo appuntamento verranno discussi limiti e vantaggi, tempi e costi delle diverse opzioni di trattamento.

Molto spesso possono venire predisposte più soluzioni con implicazioni differenti i cui vantaggi e svantaggi vi saranno spiegati nel dettaglio.

DOMANDE E RISPOSTE